Visita www.grumonline.it, www.modugnonline.it, oltre a www.binettonline.it, www.torittonline.it e www.bitettonline.it - Tutto su Grumo Appula, Modugno, Binetto, Toritto, Bitetto e la provincia di Bari!

domenica 2 giugno 2019

Liverpool campione d'Europa! Salah e Origi spengono gli Spurs




Un rigore dell'egiziano dopo 2' e il diagonale del belga nel finale piegano la squadra di Pochettino in un match poco spettacolare

Risultati immagini per liverpool

Era annunciato, forse scritto, sicuramente prevedibile. Il Liverpool vince 2-0 la finale di Champions tutta inglese contro il Tottenham, con una prestazione in cui, per una volta, la strada maestra di Klopp è stata quella del risultato.

Liverpool campione d'Europa! Il Tottenham si arrende a Salah e Origi
Scottato dai tre k.o. di fila con il Bayern Monaco nel 2013 – ai tempi del Borussia Dortmund -, con il Siviglia in Europa League nel 2016 e soprattutto nella partita di Kiev di un anno fa, segnata dagli errori/orrori di Karius, l'allenatore tedesco ha interpretato il ruolo di favorito con saggezza. Trovato l'1-0 dopo un rigore concesso dopo appena 27 secondi, il Liverpool ha gestito le operazioni. Il Tottenham ha alzato la voce solo nel secondo tempo, ma sul più bello, è arrivato il 2-0 di Origi. Al fischio finale di Skomina, il boato del popolo Reds ha superato i confini dello stadio Wanda Metropolitano. Il Liverpool ha così dimenticato nel modo migliore la delusione di un campionato sfumato dopo aver conquistato 97 punti: persa la Premier, si è rifatto con la Champions. Jurgen Klopp gode: finalmente è campione d'Europa.
Salah
—   Il rigore dopo 27 secondi ha un effetto devastante sul match: la partita diventa subito tattica. Il tocco di mano di Sissoko sul cross di Mané è più scriteriato che solare, ma l'arbitro Skomina non ritiene neppure opportuno consultare la VAR. Indica il dischetto e Salah, quando ormai siamo al 2', fulmina Lloris con il sinistro. L'egiziano libera la gioia: dopo l'infortunio alla spalla nella finale di Kiev, il gol è la sua rivincita. Il Tottenham appare stordito, ma il Liverpool decide di aspettare e ripartire. Risultato: primo tempo noioso, dove in ogni caso i Reds fanno capire di comandare le operazioni. I tiri di Alexander-Arnold e Robertson confermano la natura offensiva del Liverpool. Il Tottenham alza la voce solo con Eriksen. Kane è un fantasma: manca da 50 giorni e si vede. Finale inglese, ma sembra una partita di Serie A: ritmi blandi, attesa dell'errore dell'avversario.
Origi
—   Si riparte con il Tottenham che libera gli ormeggi. Rose è l'uomo in più del Tottenham: le sue avanzate creano problemi alla difesa Reds. Son è finalmente nel match: il problema è che si ritrova isolato. Il Liverpool pensa solo a gestire. Klopp cambia presto Firmino, completamente fuori dal match, per inserire Origi. A ruota fuori anche Wijnaldum, con Milner ad aggiungere esperienza. Anche Pochettino decide che è arrivato il momento d'intervenire. Dentro allora Moura: esce Winks. Fuori anche Sissoko, infortunato: entra Dier. Poi la carta della disperazione: Llorente al posto di Alli, dopo un'occasione importante fallita dall'inglese. Alisson dimostra l'importanza di avere un portiere in una finale con le parate sugli assalti di Moura e Son. Il finale del Tottenham è da squadra di carattere, ma stavolta è scritto che la Champions debba prendere la strada di Liverpool. Origi, l'uomo dei gol importanti e spesso last minute, riceve il pallone da Matip e il suo sinistro, sotto la curva occupata dal popolo Reds, abbatte Lloris: 2-0, il Liverpool è campione d'Europa per la sesta volta nella sua storia.

giovedì 30 maggio 2019

Sarri show con Hazard e Giroud! Europa League al Chelsea, Arsenal demolitoLa gioia del Chelsea con la coppa. Ap



I Blues dominano a Baku con un secondo tempo strepitoso. Emery perde la sua prima finale nella competizione

Risultati immagini per chelsea europa league

Sarri ball, Arsenal punching ball. Il Chelsea di Maurizio Sarri vince l'Europa League demolendo i Gunners con un secondo tempo alla Mike Tyson. Quattro colpi tremendi a Unai Emery, che in questa competizione aveva vinto tre finali su tre. Finirà al tappeto, stordito da Hazard e Giroud, i protagonisti, mentre dall'altra parte steccano i tanto attesi Aubameyang e Lacazette. Eppure partono meglio i Gunners, che sfondano soprattutto sulle fasce. Kolasinac ha delle praterie davanti, con Pedro che fatica a ripiegare e Azpilicueta costretto a stringere in aiuto alla coppia centrale, minacciata dalla velocità di Lacazette e Aubameyang. La prima chance la crea però al 9' dall'altra parte Maitland-Niles, il cui cross respinto da Kepa innesca Aubameyang: il destro a porta spalancata del gabonese è decisamente largo. Rocchi vede bene sul contatto Lacazette-Kepa (non è rigore), mentre al 28' il bolide di Xhaka scheggia la traversa.

Sarri show con Hazard e Giroud! Europa League al Chelsea, Arsenal demolito
—   Dopo mezzora di attendismo, il Chelsea si dà una scossa sull'asse Hazard-Emerson: Cech attento al 34'. Il belga si accentra molto, costringendo la difesa dell'Arsenal a collassare su di lui, così il brasiliano ha un corridoio libero in cui gettarsi a perdifiato. È sempre lui al 39' ad avviare l'azione che porta Giroud a scaricare il sinistro da posizione favorevole, su assist di Jorginho, ma Cech è strepitoso nello scendere a terra e deviare.
La dura legge dell'ex
—   Sempre Hazard apre le danze nella ripresa, ma Giroud è troppo macchinoso nel caricare il tiro e Koscielny devia in calcio d'angolo. Il duello, tutto francese, si ripete al 4' e stavolta lo vince l'attaccante del Chelsea: sul cross di Emerson, Giroud in tuffo di testa anticipa il centrale dei Gunners e infila alla grande Cech. È il classico gol dell'ex. Giroud, cinque stagioni e mezza in maglia Arsenal, s'inginocchia e quasi chiede scusa ai suoi vecchi tifosi.
L'uomo delle finali
—   Sotto di una rete, l'Arsenal abbozza una reazione, ma si espone pericolosamente alle ripartenze. Così al 60' ancora lo scatenato Hazard da sinistra arma il piedino fatato di Pedro e Cech s'inchina di nuovo. Lo spagnolo conferma la sua fama di uomo delle finali: è il quinto nella storia ad aver segnato sia nell'atto conclusivo della Champions che dell'Europa League.
Festival del gol
—   La partita diventa matta. Ogni azione è una potenziale occasione da gol. Al 65' Maitland-Niles stende Giroud e Hazard su rigore sembra chiudere i conti. Quattro minuti dopo, però, Iwobi con un gran tiro accorcia le distanze. Neanche il tempo per l'Arsenal di credere alla rimonta, che ancora la combo Hazard-Giroud spegne sul nascere i sogni di gloria: l'azione del 4-1 è da manuale del calcio, con il centravanti francese a rifinire per il tocco decisivo del folletto belga da due passi. Nel finale il Chelsea potrebbe dilagare, ma Cech, all'ultima partita della carriera, salva l'onore. A dirla tutta, anche Kepa si supera su Lacazette, mentre Willock allarga il piatto a tu per tu con lo spagnolo. Le ultime schermaglie di una notte che sarà ricordata solo dai Blues...

lunedì 27 maggio 2019

FAN7AGRUMO 2018/19: RISULTATI 38^ E ULTIMA GIORNATA


https://leghe.fantagazzetta.com/fan7agrumo-2018-19/

Max vince la Finale Play-Off.
E lo fa nela maniera più fortunata possibile:
65,5 vs 65,0 di Dario!
Per un punto, dunque, Max vince il premio
del Vincitore PlayOff di 70eur.
 
Il vincitore della Classifica Ritorno
è la coppia Loenardo/Antonio:
per loro 120eur.
 
Sorpasso al secondo posto:
Gianluca supera Mimmo
e vince il secondo premio di 120eur,
mentre Mimmo si accontenta del terzo posto di 50eur.
Dario per soli 3 punti non raggiunge il podio!
 
Il record resta di Leonardo/Antonio:
per loro le 50eur grazie al 91,5 raggiunto alla 7^ giornata.
 
Ricapitolando i premi finali, dunque:
Leonardo/Antonio = 130+80+120+50 = 380eur
Mimmo = 70+120+50 = 240eur
Gigi/Gianni = 180+50 = 230eur
Gianluca = 80eur
Max = 70eur
 
Dunque i vincitori assoluti di Fan7grumo 2018/19
sono Leonardo e Antonio!
 

mercoledì 22 maggio 2019

FAN7AGRUMO 2018/19: RISULTATI 37^ GIORNATA


https://leghe.fantagazzetta.com/fan7agrumo-2018-19/

Sarà DARIO vs MAX la Finale dei Playoff di Fan7agrumo 2018/19!

Max ha stravinto contro la coppia Gigi/Gianni in 11 vs 10. Per Max in rete Criscito su rigore, Ruiz (2) e Icardi!

Nonostante la doppietta di Okaka e il gol di Suso, Dario riesce nell’impresa di eliminare i vincitori Leonardo/Antonio: dopo il gol di Zielinski, decisiva l’ultima rete nell’ultimo posticipo con Milinkovic-Savic. Domenica prossima la Finale nell’ultima giornata.

Nella Classifica Ritorno non cambia nulla: guida sempre la coppia Leonardo/Antonio, con Mimmo e Gianluca che si giocano secondo e terzo posto, distaccati di 2,5punti, con Dario “mina vagante” che proverà fino alla fine a salire sul podio.

Formazioni entro le 17:45 di sabato per l’ultima volta, prima di andare tutti in vacanza

lunedì 20 maggio 2019

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 37^ GIORNATA: JUVENTUS-ATALANTA 1-1

Mandzukic risponde a Ilicic, Atalanta a un passo dalla Champions



La gioia di Josip Ilicic. Ansa

I nerazzurri raggiungono l'Inter a quota 66 punti e sono terzi in classifica. In casa Juve festa Scudetto e lacrime per gli addii di Barzagli e Allegri


Tra commozione sparsa e aria di festa, tra tricolori che sventolano, sovrani che abdicano e generali che salutano, si rischiava di perdere di vista un piccolo grande dettaglio: qui all'Allianz l'Atalanta si giocava la storia, qui all'Allianz l'Atalanta è rimasta aggrappata alla Champions. Dopo questo 1-1 alla Dea basterà vincere contro il Sassuolo per raggiungere una vertigine impensabile. Il gol di Ilicic è solo una macchiolina in una serata che il mondo Juve non dimenticherà
(da gazzetta.it)




VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 37^ GIORNATA: NAPOLI-INTER 4-1

Inter asfaltata a Napoli: adesso la Champions si fa un po' più dura



L'esultanza del Napoli. Lapresse



I partenopei dominano contro gli uomini di Spalletti, che si giocheranno tutto negli ultimi 90’: reti di Zielinski, Mertens, Fabian Ruiz (doppietta) e Icardi


Il Napoli ha chiuso in bellezza, l’Inter ha deluso e messo a rischio il piazzamento Champions. Questo il tweet del San Paolo dopo 90’ nei quali, a sorpresa, sono stati Callejon e compagni ad avere più voglia, più grinta, più determinazione. Fisicamente e mentalmente, invece, i ragazzi di Spalletti sono crollati ed ora dovranno serrare le fila per evitare il tracollo (un mancato successo con l’Empoli potrebbe portare al sorpasso del Milan).


Lucianone ha cercato sin dal via di uscire dalla pressione del Napoli con il palleggio, forse per questo motivo ha preferito Lautaro (che nel finale ha colpito una traversa) ad Icardi (che poi ha trasformato il rigore del 4-1). I ragazzi di Ancelotti hanno accettato la sfida e provato a pressare alto per evitare che Perisic e Politano prendessero velocità. Gli ospiti hanno faticato a trovare tra le linee Nainggolan (tranne in una occasione al 40’) e proprio da un passaggio sbagliato verso il belga, da parte di Asamoah è nato, al 16’, il gol del vantaggio azzurro con Zielinski: palla recuperata e missile terra-aria all’incrocio, imparabile per Handanovic. L’Inter ha accusato il colpo e ha rischiato molto in un paio di circostanze perché la squadra si è allungata concedendo praterie sulle corsie esterne (Callejon pericolosissimo al 42’). Per risalire la china Spalletti ha invertito per un attimo le ali ma è stato Lautaro a costringere Karnezis (scelto a sorpresa da Ancelotti) alla prima parata della serata, in perfetto stile Garella con i piedi.
(da gazzetta.it)
 

martedì 14 maggio 2019

FAN7AGRUMO 2018/19: RISULTATI 36^ GIORNATA


https://leghe.fantagazzetta.com/fan7agrumo-2018-19/

Gare di Andata delle Semifinali Playoff molto equilibrate, semifinaliste distaccate solo di tre punti. Si giocheranno il passaggio in Finale nelle gare di ritorno.

Dario ha un leggero vantaggio contro Leonardo/Antonio: in rete con Orsolini e Belotti con assist di Djimsiti e De Roon. Per Leonardo/Antonio in gol Dzeko e Suso.

Nell’altra Semifinale leggero vantaggio di Gigi e Gianni grazie agli assist di De Paul e Under. Per Max il gol di Castagne che rinvia tutto al ritorno.

Per la Classifica Ritorno, exploit di Rocky, che prova ad avvicinarsi al podio. In testa non cambia nulla, guida sempre la coppia Leonardo/Antonio, seguita da Mimmo e Gianluca.

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 36^ GIORNATA: INTER-CHIEVO 2-0

Apre Politano, chiude Perisic: Chievo k.o., l’Inter torna al 3° posto


L'esultanza di Politano. Ansa


I nerazzurri conquistano tre punti importanti per la Champions con un gol per tempo. Omaggio del Meazza a Pellissier


Ci sono momenti per essere “pazza Inter” ed altri in cui un po’ di noiosa ordinarietà è quello che ci vuole. San Siro apprezza un 2-0 tutto sommato secondo programmi, anche se il secondo liberatorio gol arriva un po’ troppo tardi per i nervi provati da anni di tentati (e a volte riusciti) suicidi. L’Inter piega un Chievo senza troppi stimoli e con qualche ragazzo a fare esperienza per la prossima B, torna terza e torna a +4 sulle quinte: decidono Politano e Perisic, ancora non i centravanti. Lautaro gioca 10 minuti, Icardi i primi 80, combinando poco e beccandosi i fischi (non solo della Curva). Alla fine si segnala un uomo in mutande che gira per il campo: non è un folle, ma Sergio Pellissier, che aveva donato tutti i suoi indumenti a un pubblico che ne onora l’ultimo passaggio a San Siro. Cose belle. Meno belli i cori anti-napoletani con cui la Nord prepara la partita della prossima settimana. I cori razzisti potrebbero costare la chiusura del settore per l’ultima di campionato. Ultima a cui l’Inter spera di arrivare tranquilla: se così non sarà, servirà un’altra gara ordinaria, poco folle, matura. Basterà per l’obiettivo stagionale.
(da gazzetta.it)

 

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 36^ GIORNATA: BOLOGNA-PARMA 4-1

Bologna-Parma 4-1, per Mihajlovic la salvezza a un passo



L'esultanza del Bologna. Getty



I rossoblù raggiungono la Fiorentina a quota 40. Per D'Aversa e i suoi l'incubo retrocessione non si allontana


L'effetto Dall'Ara continua. Il Bologna centra la sesta vittoria consecutiva in casa e sostanzialmente chiude i conti in chiave salvezza riportandosi cinque punti sopra l'Empoli a due giornate dal termine. Dovrà invece ancora soffrire il Parma, che resta solo a +3 sui toscani. La squadra di D'Aversa – 1 sola vittoria nelle ultime 16 partite - è stata troppo rinunciataria ed è andata al tappeto sull'uno-due bolognese a inizio ripresa, con Orsolini e Pulgar protagonisti, incassando un pesante 4-1 dopo essere rimasta in dieci per l'espulsione di Bruno Alves.
(da gazzetta.it)

 

lunedì 13 maggio 2019

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 36^ GIORNATA: ROMA-JUVENTUS 2-0

Mirante para, Florenzi e Dzeko segnano. La Roma batte la Juve e spera ancora


Il gol di Florenzi. Lapresse


Le reti nel finale condannano i bianconeri, senza vittorie da 3 gare. Traversa di Pellegrini, palo di Dybala. I giallorossi sono ancora in corsa per la Champions


Una vittoria sofferta, voluta, festeggiata alla fine con tutto il cuore. Perché tiene a galla la Roma nei sogni di Champions e permette ai giallorossi di sperare ancora fino alla fine. A marchiare il successo giallorosso i gol nel finale di Florenzi e Dzeko, anche se un grazie speciale Ranieri lo deve tributare a Mirante, autore sullo 0-0 di almeno quattro parate fondamentali. La Juve ha gestito la partita a lungo, ma non è mai riuscita a chiuderla. E alla fine è stata punita da un colpo di genio di Florenzi e dal contropiede finale Under-Dzeko.
Qualche tensione all'Olimpico tra Cristiano Ronaldo e Alessandro Florenzi. Il portoghese avrebbe detto al giallorosso: "Sei troppo basso per parlare", facendo un gesto inequivocabile. Il "piccolo" Florenzi pochi minuti dopo si prende però la soddisfazione di aprire le marcature per la Roma. E al 92' il raddoppio di Dzeko.

La tristezza di CR7. Afp