Visita www.grumonline.it, www.modugnonline.it, oltre a www.binettonline.it, www.torittonline.it e www.bitettonline.it - Tutto su Grumo Appula, Modugno, Binetto, Toritto, Bitetto e la provincia di Bari!

lunedì 12 novembre 2018

FAN7AGRUMO 2018/19: RISULTATI 12^ GIORNATA


https://leghe.fantagazzetta.com/fan7agrumo-2018-19/

Termina in parità il match clou di giornata tra la capolista Gigi/Gianni vs Rocky: a Pavoletti rispondono Santander e Mandzukic, ma non basta: finisce pari.

Pesantissima sconfitta invece per Leonardo/Antonio: vince un super Max scatenato con i gol di Ferrari, Benassi, Baselli, Icardi e Gervinho.

Ne approfitta Mimmo per vincere e volare al primo posto: battuto Vito e il suo Higuain (che prende zero con rigore sbagliato e espulsione) grazie ai gol di Parolo, Antenucci e del solito CR7.

Stravincono Rocco e Miky contro Luigi grazie a Caputo e Defrel, mentre termina in parità la sfida tra Gianluca e Dario: a Petagna e El Shaarawy (2) rispondono Kouamé e Djimsiti.

Nella Generale Andata guida sempre Mimmo, seguito da Leonardo/Antonio e Gigi/Gianni.

Dopo la pausa nazionale, match clou Mimmo vs Dario.

domenica 11 novembre 2018

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 12^ GIORNATA: MILAN-.JUVENTUS 0-2

Milan-Juve 0-2: gol di Mandzukic e CR7, Higuain sbaglia un rigore e viene espulso

Nottataccia per il Pipita, che sbaglia un rigore sullo 0-1 e viene espulso nel finale. Vittoria bianconera con un gol per tempo


Mandzukic e Ronaldo, i due protagonisti della vittoria della Juventus a San Siro. Afp

La Juve replica al Napoli e mantiene le distanze: sbanca San Siro con Mandzukic e Cristiano. Il Milan che aveva avuto l'occasione di pareggiare con Higuain è battuto sul piano del risultato e del gioco, non della volontà. Nei rossoneri decimati dagli infortuni Gattuso sceglie la soluzione più semplice: Calhanoglu e Suso arretrano sugli esterni di centrocampo, Kessie-Bakayoko fanno diga in mezzo e con Higuain c'è Castillejo e non l'acciaccato Cutrone. Nella Juve invece la sorpresa è dietro: fuori il fischiatissimo Bonucci, dentro Benatia. Per Khedira c'è invece Bentancur. I rossoneri arrivano dai 90' di Siviglia, giocati ancora con le forze residue tra indisponibili e giocatori con necessità di turnover. Anche la Juve arriva dalla Champions con il Manchester ma ha tre motivi in più di vantaggio: le 24 ore in più di riposo, la rosa ben più attrezzata e la voglia di riscattare la sconfitta casalinga. 
(da gazzetta.it)

sabato 10 novembre 2018

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 12^ GIORNATA: GENOA-NAPOLI 1-2

Genoa-Napoli 1-2: Kouamé, Fabian Ruiz e l'autogol di Biraschi

Gli azzurri la ribaltano dopo la sospensione per la pioggia grazie ai cambi di Ancelotti

Napoli all'ultimo respiro, che porta a casa tre punti d'oro approfittando dell'autogol di Biraschi nel finale. Un due a uno contestato dai genoani. La partita che nessuno si aspetta, con il Genoa in vantaggio nel primo tempo grazie a un colpo di testa di Kouamé, bravo ad anticipare Hysaj su un cross dalla destra di Romulo (20'), fino al pari di Fabian Ruiz (17' della ripresa), che di sinistro batte Radu su di un tacco magico di Mertens, subentrato nell'intervallo a Milik. Lì la partita, che al 13' della ripresa era stata sospesa per tredici minuti a causa di un nubifragio sul Ferraris, perde d'intensità. Fatica e terreno pesantissimo trasformano l'ultimo quarto d'ora in una battaglia. 
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 12^ GIORNATA: SPAL-CAGLIARI 2-2

Serie A, Spal-Cagliari 2-2: Pavoletti e Ionita firmano la rimonta dei sardi

Petagna e Antenucci aprono la strada ai ferraresi che poi subiscono il ritorno della squadra di Maran: Pavoletti e Ionita firmano il pareggio


Cionek e Ionita in azione. ANSA

Finisce pari, 2-2. Ed è giusto così. La Spal scaccia gli incubi. Prende un punto dopo che in 7 partite ne aveva fatti solo tre a Roma, il Cagliari si conferma solido e concreto. E dopo aver pareggiato a Firenze e fatto un figurone allo Stadium con la Juve, esce indenne anche dal Mazza. Rimonta uno svantaggio di due gol col solito Pavoletti (fresco d'azzurro e sesto gol) e con Ionita che trova lo spiraglio giusto per battere Gomis Sun bel cross di Padoin. Ma la Spal recrimina, rosica, esce scontenta. Semplici nella ripresa, dopo aver raddoppiato con il solito ottimo Antenucci la rete del primo tempo di Petagna (quarto centro) vede uscire per infortunio prima Felipe (schiena bloccata) e Vicari (botta) e con una difesa rabberciata (Bonifazi e Simic) , pur con l'ottimo Cionek non regge l'urto del Cagliari che aveva subito il raddoppio nel momento di maggior pressione. 
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 12^ GIORNATA: TORINO-PARMA 1-2

Serie A, Torino-Parma 1-2: in gol Gervinho, Inglese e Baselli

I granata interrompono la loro striscia di imbattibilità che durava da sei partite. Ritorno al successo per i gialloblù che non vincevano da più di un mese

È un Parma che inizia a sognare l’Europa quello che sbanca questo pomeriggio il Grande Torino. D’Aversa porta a casa la terza vittoria in trasferta della sua stagione, trascinato da un Gervinho in condizione strepitosa, e irrompe con 17 punti nel mischione delle squadre che lottano per l’Europa League. Il Toro s’inceppa proprio sul più bello: la squadra di Mazzarri non supera l’esame di maturità dopo il blitz in casa della Sampdoria. E mostra un passo indietro netto sul piano del gioco. 
(da gazzetta.it)

venerdì 9 novembre 2018

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2018/19, 12^ GIORNATA: FROSINONE-FIORENTINA 1-1

Frosinone, Pinamonti-gol: la freccia dell'Arciere fa male alla Fiorentina

Pinamonti, attaccante di scuola nerazzurra, regala il pareggio ai ciociari con la Fiorentina con un gran gol nel finale: e tiene fede al suo soprannome

Andrea Pinamonti, 19 anni, attaccante del Frosinone. Ansa

Una freccia che colpisce al cuore. A scoccarla è un "Arciere" che sembrava aver smarrito la sua mira infallibile, quella che lo aveva reso l'astro nascente del vivaio dell'Inter. Ma adesso Pinamonti può urlare tutta la sua gioia, a due settimane di distanza dalla prima volta contro la Spal. E forse è un segno del destino che il gioiello di ieri sera sia arrivato proprio contro Stefano Pioli, il tecnico che per primo gli ha dato fiducia facendolo esordire con la prima squadra dell'Inter.
(da gazzetta.it)
 
 

Europa League, Lazio-Marsiglia 2-1: biancocelesti qualificati

I gol di Parolo e Correa bastano agli uomini di Inzaghi per ottenere il passaggio ai sedicesimi con due giornate d'anticipo. Inutile la rete di Thauvin per i francesi

I giocatori della Lazio esultano per il gol dell’1-0. Afp

La Lazio conquista la qualificazione con due turni d’anticipo. Contro il Marsiglia arriva il bis al successo in Francia mentre la vittoria dell’Eintracht contro l’Apollon chiude i conti del girone. I gol di Parolo e Correa risolvono una pratica molto impegnativa anche perché dopo il raddoppio della Lazio arriva la rete di Thauvin a tenere il risultato in bilico sino all’ultimo istante dei cinque minuti di recupero finale. Olimpico amaro per gli ex romanisti Garcia e Strootman: contro la Lazio arriva la quarta sconfitta consecutiva e l’epilogo anticipato della stagione europea. 
(da gazzetta.it)

Europa League, Betis Siviglia-Milan 1-1: gol di Lo Celso e Suso

La punizione dello spagnolo salva i rossoneri e regala un punto importante nella corsa ai sedicesimi. Problemi fisici per Musacchio e Calhanoglu

I rossoneri dopo il gol di Suso nella ripresa. Ap

S’interrompe dopo tre partite la striscia di vittorie consecutive del Milan. Ma il pareggio di Siviglia è un buon punto: l’1-1 col Betis, ottenuto in rimonta, evita che la classifica del Gruppo F diventi una montagna da scalare. Visto il facile successo dell’Olympiacos sul Dudelange, il Diavolo si giocherà il passaggio del turno ad Atene: resta da capire quali risultati saranno utili e quali no, per ora ci sono tre squadre in un punto. La notizia peggiore della serata, per Gattuso, arriva sul fronte infortuni: dopo la mazzata sui tempi di recupero di Biglia, si aggiungono agli acciaccati Musacchio e Calhanoglu. 
(da gazzetta.it)

giovedì 8 novembre 2018

Champions, Juve-Manchester U. 1-2: gol di Ronaldo poi il crollo. E Mourinho mostra l'orecchio

I bianconeri dominano, colpiscono due legni e segnano un gol straordinario con Ronaldo, poi sbagliano troppo e nei 4’ finali subiscono due volte: pass per gli ottavi rimandato

Il gesto di Mourinho a fine partita. Bozzani

Ci sono serate in cui tutto cambia in un istante e una festa si trasforma in una beffa. E’ ciò che è successo in uno Stadium vestito a festa, che prima ha esultato per la prodezza di Cristiano Ronaldo e poi è rimasto pietrificato per la rimonta del Manchester United, arrivata nel finale è firmata da Mata e da un autogol di Alex Sandro. Due reti incassate su calci piazzati, il tallone d’Achille della Juventus. Il primo gol in Champions League di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus è stato contro la squadra che lo ha lanciato, il Manchester United, e un allenatore portoghese come lui, José Mourinho, di cui è stato allievo al Real ma con cui i rapporti non sono più idilliaci da tempo, ma è stato inutile, perché ora per la qualificazione agli ottavi è di nuovo tutto in discussione
(da gazzetta.it)

Champions, Cska Mosca-Roma 1-2: in gol Manolas, Sigurdsson e Pellegrini

I giallorossi mettono una seria ipoteca sul passaggio agli ottavi di finale. I russi in 10' dal 55' per l'espulsione per doppia ammonizione di Magnusson

L'esultanza di Kostas Manolas, in gol dopo 4 minuti contro il Cska Mosca. Lapresse
L'esultanza di Kostas Manolas, in gol dopo 4 minuti contro il Cska Mosca. Lapresse
La Roma vince a Mosca 2-1 ed ipoteca seriamente l’accesso agli ottavi finale di Champions. Ora ai giallorossi basterà fare un punto con Real Madrid e Viktoria Plzen per essere sicuri del passaggio del turno, ma potrebbe bastare anche così nel caso in cui il Cska non faccia sei punti nelle ultime due gare. A marchiare la vittoria dei giallorossi i sigilli di Manolas e Lorenzo Pellegrini, oltre che una partita buonissima di Kluivert. Bene, nel finale, anche il giovane Zaniolo. Per i russi, invece, le ottime gare di Ahmetov e Oblyakov non bastano, complice anche l’espulsione all’11’ della ripresa di Magnusson per doppio giallo.